25 Settembre 2020
News

Brutta sconfitta all´over time per Piombino a Livorno

12-10-2014 23:43 - News prima squadra





Arriva la seconda sconfitta e seppur al termine di una partita non certo ben giocata dai gialloblù si porta dietro molte recriminazioni, nonostante giocatori importanti assolutamente non in serata, una prova al tiro pesante a dir poco insufficiente ,4 su 27 (15%), un arbitraggio quanto meno discutibile e il non aver sfruttato un terzo quarto dove Livorno si impantana segnando solo tre punti, nonostante tutto questo si arriva al supplementare e si perde solo negli ultimi secondi, i rimpianti per questa partita sono molti.
Partenza con brutto approccio del Piombino al match cattiva circolazione di palla che non da ai gialloblù quasi mai tiri puliti, dall´altra parte male anche la difesa con Livorno che almeno per le prime cinque conclusioni arriva sempre al tiro facile e senza pressione, Pozzi assolutamente non in serata dopo nemmeno 4 minuti commette il suo secondo fallo dovendo uscire dal campo, Gabellieri schierato in quintetto parte nel modo peggiore per un tiratore con 0 su 2, Biancani e Bianchi gli eroi di Siena non incidono sul punteggio, Marmugi sembra distratto poco concentrato e si fa portare via un paio di palloni dalle mani, Maggio è quasi impalpabile, risultato il 20 a 12 al primo riposo.
Nel finale del primo quarto entrano Franceschini e Guerrieri che rispondono presenti all´appello del coach che aveva chiesto buoni cambi per i titolari e nell´inizio del secondo quarto danno il là alla rimonta piombinese, Franceschini domina sotto canestro il più leggero Thiam e mette a segno 5 punti, e un Guerrieri guerriero , scusate il gioco di parole, con grande determinazione segna 10 punti con 2 su due dalla distanza e altrettanto fa con due penetrazioni, e così in assenza dei titolari i due ragazzi piombinesi si prendono la platea riportando la squadra al riposo lungo a meno due sul 33 a 31.
Nel terzo quarto Piombino si gioca l´occasione di uccidere la partita, Marmugi fin dal quarto precedente si ritrova e lotta conquistando rimbalzi e falli e dopo il pareggio di Gabellieri in penetrazione in apertura di tempo, una grande difesa dei gialloblù e un calo dei livornesi, fa si che il Don Bosco non segni per 7 minuti e termini il quarto con solo tre punti all´attivo, ma l´attacco piombinese spara a salve, nonostante una ritrovata circolazione di palla permetta buoni tiri, fa uno 0 su 10 da tre con alcuni errori veramente millimetrici che frustra le ambizioni di fuga dei gialloblù, ma con Bianchi Pozzi e ancora Gabellieri in penetrazione acrobatica si portano al più 6 a metà tempo, 33 a 39, nel finale con i liberi di Venucci e Sollitto si va all´ultimo riposo sul 36 a 40.
In inizio di ripresa una schiacciata di Thiam, una bomba di Venucci che si trova tra i piedi una palla vacante e la trasforma in oro e un´altra bomba di Liberati sanciscono il nuovo vantaggio degli uomini di coach Quilici, 44 a 42, in questa fase sono ancora i canestri di Franceschini e Guerrieri ad impedire l´allungo livornese, il pivot piombinese a 6 minuti dal termine riporta i suoi a più 4 sul 46 a 50, Pozzi a 4 dal termine finisce la sua partita per cinque falli e ancora Venucci dai liberi, saranno 12 in totale con 10 dei suoi 18 punti, riporta la parità a quota 50, ultimi tre minuti in altalena con le squadre che si alternano al comando, a 28 secondi dal termine Lucarelli a la palla della vittoria, ma sul più due sbaglia la bomba, dall´altra parte Maggio va in penetrazione e subisce fallo a 24 secondi e tre decimi dal termine e dalla lunetta segna i due liberi della parità, Piombino difende bene nell´ultima azione e costringe Venucci ad un tiro da tre impossibile ed è così supplementare sul 57 pari.
Nell´extra time sempre Don Bosco ad allungare di due e Piombino che tampona infallibile ai liberi, sul 63 a 61 un errore da sotto di Marmugi, quello di Gabellieri dopo il rimbalzo offensivo dello stesso e i passi di Marmugi dopo il secondo rimbalzo consecutivo, danno palla al Livorno e come un anno fa con il Cus Torino l´ex Liberati a pochisimo dal termine piazza una bomba da distanza siderale, più 5 Livorno, 66 a 61, ma la forza della disperazione fa ritrovare a Gabellieri la via del canestro da tre a 1 e 27 dalla sirena, in questo frangente decisivo i livornesi si affidano a Gigena che rimedia un fallo e trasforma i liberi,dopo la risposta sempre di Gabellieri ai liberi, lo stesso Gabellieri in preda al raptus agonistico affretta un entrata sulla linea di fondo dopo soli 10´´ di possesso e spreca il pallone della possibile parità, mentre dall´altra parte, ancora Gigena, mette il canestro del più 4 a 14´´ dal termine in penetrazione, con palla che tira fuori le manine e si arrampica faticosamente a canestro per l´esultanza labronica, la partita finisce qui, Piombino perde palla dalla rimessa e Venucci dai liberi sancisce il 72 a 66 finale.
Piombino rimedia la seconda sconfitta in due partite e mercoledì riceve il Varese in testa a punteggio pieno, Padovano dovrà rapidamente ricompattare il gruppo e ritrovare i giocatori più importanti al più presto, per evitare che la china si faccia particolarmente erta e diventi difficile da scalare.
Tabellino Piombino
Pozzi 6 (2/3 0/3 2/2), Biancani 5 (0/2 1/5 2/2), Bianchi 4 (2/3 0/3 - ), Marmugi 11 (3/7 0/2 5/5), Gabellieri 11 (2/6 1/5 4/4), Iardella 6 (1/2 0/2 4/7), Guerrieri 12 (3/3 2/4 - ), Esposito 0 , Franceschini 9 (3/6 - 3/4), Maggio 2 (0/5 0/4 2/2)


Fonte: Addetto Stampa Stefanini Stefano



Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio



Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio