03 Dicembre 2020
News

Il punto della situazione al giro di boa

06-01-2015 10:23 - News prima squadra







In un campionato molto equilibrato, si arriva alla fine del girone di andata con la strafavorita Siena in testa con 22 punti, seguita dalle uniche due squadre che l´hanno battuta Livorno con 20 e Cecina a 18 punti.
Queste squadre, sia per i punti che per le prestazioni, hanno fino ad adesso dimostrato di avere qualcosa in più delle altre, i senesi, con una squadra costruita per vincere e per salire di categoria, hanno sofferto per il vero un po´ più del previsto, tante vittorie sono maturate solo nei secondi finali, vedi Piombino, Varese, Monsummano e Pavia, ma occorre ricordare che nel girone di ritorno, i biancoverdi avranno 8 gare su 13 fra le mura amiche e li incontreranno 6 delle 7 squadre che inseguono, quindi la forza della squadra e il calendario ora favorevolissimo la insediano di diritto sul trono di pretendente al primo posto.
La segue una grande sorpresa, il Don Bosco Livorno, squadra che nessuno dava fra le primissime, ma che con la maturazione dei tanti giovani talenti del suo florido vivaio e pochi inserimenti, evidentemente indovinati, sta facendo un campionato superlativo, con il Palamacchia inespugnabile, 7 vittorie in altrettanti incontri, quasi tutte nette, compreso quella con Siena, con unica squadra ad averla fatta soffrire, portandola ai supplementari, proprio il nostro Basket Golfo.
Livorno che però a partire dalla gara di ritorno a Piombino (18/01) inizia un tour de force pesantissimo, con 7 partite in 22 giorni, causa i turni infrasettimanali, uno di campionato e due di Coppa Italia con lo scontro con Montichiari, chiaramente se Livorno uscisse da questa serie mantenendo questa classifica, o perdendo pochissimo, metterebbe una seria ipoteca sulle piazze migliori dei play/off.
Cecina squadra similare per caratteristiche di costruzione all´organico livornese, sta dimostrando di essere squadra forte e dal grande carattere, considerando che da inizio campionato, quasi ogni domenica, ha dovuto fare i conti con l´assenza di uno o più titolari e nonostante ciò è li hai primissimi posti, imbattuta anche lei in casa, nel girone di ritorno avrà 7 partite 4 scontri diretti in casa, quindi se nelle prossime due settimane, dove sarà ferma, riuscirà a recuperare tutti gli acciaccati si presenterà al rush finale anche lei per le primissime posizioni.
La pancia dei play off vede 4 squadre in due punti a 16 ci sono nell´ordine (tenendo conto degli scontri diretti) Piombino, Varese e Valsesia.
Parliamo dei nostri beniamini, una squadra che da anno passato è sempre andata in crescendo in modo costante nei rendimenti e nella classifica, una squadra che fa del gruppo la sua forza, infatti non abbiamo nessun giocatore che va oltre gli 11 punti partita, ma abbiamo ben 7 giocatori che segnano fra i 13 ed i 16 punti in proiezione sui 40 minuti, quindi un organico dove il rendimento è molto ben distribuito, finora, con qualche eccezione, il giocatore non in giornata ha sempre trovato un valido sostituto nel tabellino.
Prima della trasferta di Cecina la squadra viaggiava con 65 di valutazione contro i 58 di anno passato, 70 punti di media contro 65 e 37 rimbalzi contro i 32 del 2013/14, i numeri parlano a nostro favore, il gruppo c´è e ha dimostrato di voler reagire subito dopo Cecina, pur avendo subito un involuzione negativa nel gioco d´attacco si è saputo cementare in difesa ed è tornato subito a vincere.
Sappiamo che non siamo quelli visti nell´ultima fase, non possiamo far altro che tornare a crescere, anche se ora siamo attesi da un trittico terribile, con la trasferta a Siena, il derby in casa con Livorno e la trasferta di Varese, abbiamo nel frattempo accumulato un buon vantaggio sulla zona no play off, sei punti, se usciamo bene da queste tre partite, i play off saranno sicuri e magari potremo puntare ad una buona posizione nella griglia finale, altrimenti dovremo guardarci alle spalle per ottenere l´obiettivo fissato ad inizio stagione.
Chiudo ricordando che la nostra squadra è pur sempre un cantiere con lavori in corso, il progetto era in paio di anni creare una squadra di vertice e nel frattempo lavorare coordinati per incrementare in qualità e quantità il settore giovanile, di modo che fra qualche anno potremo anche noi inserire in squadra ragazzi del nostro vivaio, lavoro quest´ultimo che da quest´anno ha avuto una grossa accelerazione.
Quindi già buono quanto fatto finora ma, con pazienza e confidando nel lavoro di società e tecnici, grandi speranze per il futuro prossimo.
Varese con la sconfitta a sorpresa di sabato contro Mortara in casa ha, almeno per adesso, perso il treno delle prime e che al ritorno oltre ad avere una partita in più fuori casa, dovrà affrontare 5 delle prime 7 fuori casa, anche se c´è da dire che, dopo Siena, Varese è la squadra che più ha vinto fuori casa, con 4 successi.
Per Valsesia, anche lei sorpresa di questo campionato in quanto neopromossa, dopo un ottimo girone di andata l´aspetta una seconda parte di campionato molto dura, con ben 8 trasferte di cui 4 in casa di squadre della zona play off e solo 5 partite in casa.
Il Bottegone chiude al settimo posto il gruppo delle prime con 14 punti, squadra che dopo un grande avvio e dopo la perdita di Toppo per infortunio, alla lunga sta cedendo e sfilandosi dalle posizioni di vertice.
Dietro una grande ammucchiata con in 4 punti la retrocessione e l´ultimo posto per i play off e 7 squadre a contenderseli a 10 punti c´è Pavia in caduta libera dopo la sesta sconfitta, con la Sangiorgese di bomber Benzoni che pur con una squadra giovanissima sta disputando un campionato onorevole, chiude Mortara che, sorretta dai fratelli Mossi, cerca l´ennesima impresa dopo i play off della passata stagione.
A quota 8 due sorprese negative Empoli che nonostante la partenza di Ravazzani, nessuno avrebbe dato così indietro a questo punto del campionato e con un calendario molto difficile nel ritorno , l´altra sorpresa è Monsummano squadra capace di impegnare allo stremo Siena per poi precipitare in fondo alla classifica, squadra comunque in ripresa dopo il cambio di guida tecnica, con due vittorie consecutive che la rilanciano in zona play off e infine Oleggio che , pur avendo un ottimo quintetto, ha forse un organico un po´ troppo corto, squadra non dovrebbe avere grandissime ambizioni.
Chiude la classifica a 6 il CUS Torino, già retrocesso anno passato che, nonostante l´arrivo di coach Arioli da Tortona, non riesce a decollare, molti giovani anche qui, l´infortunio di Fevola costretto ad abbandonare il basket ha costretto i torinesi a tornare sul mercato prendendo la forte guardia Magrini dal Montegranaro.


Fonte: Addetto Stampa Stefanini Stefano



Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio



Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio