31 Ottobre 2020
News
percorso: Home > News > News Generiche

LETTERA APERTA DEL PRESIDENTE DEL BASKET GOLFO OTTORINO LOLINI

18-12-2013 20:53 - News Generiche
Il Presidente stigmatizza il comportamento di certi tifosi, ma altrettanto fa nei confronti di una sentenza paradossale ed eccessiva
È arrivato il comunicato con i provvedimenti del Giudice Sportivo. Tutti parlano delle tre giornate di squalifica del campo, facendo passare nel dimenticatoio che abbiamo anche preso un´ammenda di 600 €.
Penso che questi provvedimenti debbano far riflettere la tifoseria piombinese od almeno parte di essa. Non si è ancora capito che, con le regole attuali, nello sport gli arbitri hanno un potere immenso; potere che, se esercitato con intelligenza, può anche essere costruttivo, ma se esercitato con incapacità diventa sicuramente pericoloso (e non sempre si trovano persone intelligenti). Non si è capito che se vogliamo cambiare le cose dobbiamo agire nel rispetto della correttezza e non con la violenza.
Sono pienamente consapevole che abbiamo assistito ad un arbitraggio scandaloso. Sono pienamente consapevole che abbiamo subito una violenza da parte degli arbitri. Ma sono anche pienamente consapevole che a violenza non si può e non si deve rispondere con violenza. La società ha fatto e farà di tutto per cercare di migliorare in maniera più equa le regole dello sport. Sono il primo, e l´ho ribadito in Federazione ed al Comitato Italiano Arbitri, che se vogliamo salvare lo sport, dobbiamo cambiare le regole, è giusto tutelare gli arbitri, ma è altrettanto giusto tutelare le società. Sarebbe opportuno ricordare che la Federazione, le Leghe, gli arbitri esistono perché esistono le società e non viceversa.
Non può bastare una affermazione di uno o due individui per gettare discredito sul comportamento sportivo di una società. Un referto arbitrale dovrebbe esser frutto anche di un´autocritica sul comportamento tenuto in campo. Se il comportamento arbitrale non è consono, si dovrebbero prendere provvedimenti anche contro gli arbitri.
Se vogliamo provare a cambiare dobbiamo però essere i primi ad avere un comportamento irreprensibile; dobbiamo essere i primi ad agire sportivamente; dobbiamo essere i primi convinti che ci sono metodi più civili di fare rimostranze. Quando saremo convinti di tutto questo potremo provare a far sentire la nostra voce. Diversamente, ci possiamo ugualmente provare, ma sappiamo già che non saremo credibili e quindi non saremo ascoltati.
Già nell´immediato dopo partita avevo manifestato tutto il mio disappunto sul comportamento dei tifosi, chiedendomi e chiedendo loro a cosa poteva servire il comportamento tenuto.
A cosa serve sbatacchiare le transenne?
A cosa serve lanciare sputi e acqua?
A cosa serve far ondeggiare il tunnel?
Tutte azioni che servono solo a prendere le sanzioni che abbiamo preso e che mettono in difficoltà la Società sia dal punto di vista economico sia dal punto di vista organizzativo. Ela cosa che mi ha dato più fastidio è aver visto un gruppo di tifosi allontanarsi dal tunnel sorridendo quasi a compiacersi, divertiti, di quello che avevano fatto.
Come non abbiamo bisogno di questi arbitri, non abbiamo bisogno nemmeno di questi tifosi.
Ora cercheremo di intraprendere tutte le azioni che il regolamento sportivo ci consente per cercare di limitare i danni. Non sarà facile, anche perché ogni ricorso che potremo intraprendere necessiterà di un ulteriore sacrificio economico.
Un invito a tutto lo staff tecnico: non piangiamo su quanto accaduto, non facciamo del vittimismo. Reagiamo da veri atleti e sportivi, consapevoli della nostra forza e determinazione a raggiungere gli obiettivi che ci siamo prefissi. Dimostriamo sul campo che non siamo la squadra e la società che hanno descritto i due "signorini" di domenica.
Un invito a tutti i tifosi: state vicini alla squadra in questo momento di grossa difficoltà. Date il vostro sostegno in maniera calorosa ma sportiva; incitate la squadra dimenticando cosa fanno avversari o arbitri. L´importante è che noi riusciamo ad essere vincenti; il resto non deve interessarci.
L´obiettivo della Società nel breve rimane ancora quello di fare un bel campionato per giocarsi i play off.
Gli obiettivi della Società nel medio periodo rimangono quelli di crescere per tentare il passaggio in campionati superiori. Per far questo occorre l´aiuto costruttivo di tutti: non bastano i mezzi economici.
Se crediamo in tutto questo sono pronto ad impegnarmi, anche personalmente, a portare avanti la società.
Se credete che tutto questo sia pura illusione sono disposto a lasciare a chi la pensa diversamente.


Fonte: Addetto Stampa Stefanini Stefano



Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio



Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio