27 Novembre 2020
News

Piombino tutta grinta espugna San Miniato e vola ad un passo dal paradiso

18-04-2016 09:48 - News prima squadra
E fanno quattro, tante sono le vittorie consecutive in questo finale di campionato, dopo la sconfitta di Cento ed il facile successo con Trecate, arrivano tre vittorie di spessore, a Monsummano, in casa con Cecina e ieri sera a San Miniato, tre battaglie con un unico vincitore il carattere e la grinta dei ragazzi gialloblu.
Un escalation vincente che porta Piombino, al terzo posto in classifica, si perché seppur in coabitazione con Cento , Cecina e Valsesia, la classifica avulsa da Piombino avanti a tutte ad una sola giornata dal termine della regular season, insomma la cavalcata di questi ragazzi, trascinati da un tifo fantastico, li ha portati alle porte del paradiso,ma ripartendo dalle parole del coach “non abbiamo ancora fatto niente”, ora testa bassa e concentrazione massima sulla prossima partita con Faenza, perché tra vittoria e sconfitta ballano terzo e sesto posto in classifica ed ora che quel sogno cullato per una stagione è li ad un solo passo, guai a mollare la presa.
La partita di ieri è un´altra piccola perla da inserire nella collana del Basket Golfo, perché in una gara che era andata sul binario voluto e preferito dai padroni di casa, gli arbitri da una parte e dall’altra hanno fischiato pochissimo, Piombino dopo l’iniziale nervosismo, costato anche tre tecnici, ha trovato la lucidità e la grinta per rispondere colpo su colpo ai ragazzi terribili di coach Barsotti, ha condotto la partita , seppur con margini minimi per quasi tutto il match e dopo tanta durezza e tanta fatica nel finale il maggior tasso tecnico dei giocatori gialloblu, la loro freddezza ha portato definitivamente l’incontro nelle loro mani.
Dopo un primo quarto equilibrato che finisce sul 15 a 12 per il Golf, nel secondo Piombino prova l’allungo, due bombe di Bianchi e del solito trascinatore Venucci scavano il primo solco, dove affonda un ottimo Franceschini, che entratom per un nervosissimo Persico, dopo alcune incertezze mette tre canestri consecutivi per il più 8 a metà quarto, vantaggio ribadito da un bel contropiede di Pedroni a 4 dal riposo lungo, poi con i canestri di Zita e Stefanelli, San Miniato si riporta di nuovo a meno 3 alla sirena, sul 29 a 32.
Nel terzo parziale Piombino riprova l’allungo con una bomba di Giovanatto ed una bella penetrazione, a difesa piazzata, di Pedroni, più 6 dopo un minuto e mezzo e ancora con una bomba di Venucci pochi secondi dopo, più 7,ma la pressione dei padroni di casa frutta tre palle perse dal golfo, saranno 21 in totale e i canestri di Stefanelli dalla distanza e quelli di Bruno e Bertolini ridanno la parità a metà quarto e un minuto dopo, il canestro di Serigne da il vantaggio ai biancorossi, ma con San Miniato in bonus, i gilloblu dalla lunetta, sarà decisivo questo fondamentale col 46% dei locali e l’81% del Piombino, si riportano avanti, chiudendo sul 42 a 46.
A concretizzare il gran lavoro della squadra, l’esperienza e la bravura di Gigena , che nell’ultimo quarto dopo quattro minuti carichi di tensione in cui tutti sbagliavano, parziale bloccato sul 42 a 46 e dove la palla sembrava pesare come un macigno, dopo aver subito l’azione precedente un trattamento speciale da parte della difesa biancorossa, prende in mano la situazione e segna due canestri con penetrazione e appoggio a canestro da cineteca.
In un ultimo quarto dove gli 11 punti per parte la dicono lunga sull’intensità difensiva delle due squadre è,ancora un giocatore d’esperienza a sbloccare l’empasse, dopo un libero di Venucci per antisportivo fischiato a Pagni , nel possesso successivo è l’ultimo arrivato Giovanatto a battere nell’uno contro uno il suo avversario e con arresto e tiro morbido dalla media fa solo retina e segna il più sette a 1 e 31 dal termine, ma non è finita, il colored Serigne autore di un buon match, mette a segno il meno 5 poi Piombino perde due palle sanguinose, la seconda Venucci, con in mano il pallone del possibile allungo decisivo, scivola su una chiazza di sudore perdendo il possesso e sull’azione successiva il lungo Rinaldi trova una bellissima bomba, meno 2 a 24 secondi e qualche centesimo alla fine, Padovano chiama il time out, Barsotti chiede ai suoi di fare fallo sistematico cercando di non mandare in lunetta Venucci e sulla ferrea marcatura sul play ex Livorno la palla va a Iardella che subisce il fallo e va in lunetta, ma sarà proprio lui il killer del match, dopo uno 0 su 6 al tiro dal campo, andrà in questo finale per due volte ai liberi e in modo glaciale piazza il 4 su 4 decisivo, a nulla serve il due su tre ai liberi di Stefanelli nel mezzo alle due soluzioni vincenti di Iardella.
Si chiude sul 53 a 57 nell’ormai solito, ma sempre piacevolissimo tripudio della squadra sotto la nutrita e caldissima rappresentanza di tifosi piombinesi ed il sogno continua.


Fonte: Addetto Stampa Stefanini Stefano



Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio



Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio