20 Settembre 2020
News
percorso: Home > News > News Generiche

Presentazione Piombino vs Piacenza

15-01-2014 15:55 - News Generiche
Domenica alle ore 18 arriva al Palatenda un avversaria, il Piacenza, inizialmente inserita nel lotto delle favorite, poi ha avuto un inizio di campionato disastroso, complice l´assenza di Rombaldoni e forse la panchina un pò corta, ma dall´arrivo del nuovo acquisto la guardia Gasparin (ex Rimini), coinciso col pieno recupero dell´ex scudettato Rombaldoni, Piacenza ha perso di 3 punti in casa del Derthona e poi ha infilato 6 vittorie consecutive, adesso Piacenza è una squadra che praticamente ha 7 titolari nel suo organico, e che titolari, tutti giocatori con un gran feeling con il canestro e non solo, vediamoli.
Partiamo dal nuovo arrivato Giuseppe Gasparin guardia classe 91, giocatore con esperienze importanti in Legadue a Rimini e Bologna, a Piacenza per lui 10.3 punti di media, gran tiratore col 57% da due, il 41% da tre e l´85% ai liberi, 13.4 in valutazione, 18° negli assist e 13° nelle recuperate, Rodolfo Rombaldoni guardia/ala (ex play) classe 76, una vita in serie A, con gli scudetti conquistati a Bologna e Siena, anche lui in doppia sia nei punti, 10.7, che in valutazione, con 11.7, quest´anno "solo" 31% da tre (anno passato tirava col 46%) 46% da due e 86% ai liberi, 14° negli assist e 5° nelle recuperate, Mauro Bonaiuti guardia classe 78 per lui un passato a Bologna e Montecatini in serie A e a Fabriano in Legadue, altro cecchino, 47% da due, 35% da tre e 77% ai liberi ed infine, a concludere gli ex professionisti, Antonio Garofalo ala grande di 200 cm classe 85 con esperienze in Legadue a Novara e Casale, per lui 10.3 punti col 53% da due e 77% ai liberi.
Dopo il poker d´assi appena calato, la qualità non scende, due giocatori che sono i migliori quest´anno per Piacenza, entrambi con grande esperienza nella categoria, il pivot di 205 cm Antonio Gambolati classe 81, giocatore dal grande rendimento, 18.7 con cui è 8° nella speciale classifica, e dalle mani buone 13.7 punti col 54% da due, 29% da tre, che non è male per un lungo, e 91% ai liberi ed è anche 4° rimbalzista del girone con 8.9 di media, segue il play/guardia Gionata Zampolli classe 85, per lui anche tanta DNA ed un pizzico di serie A a Cremona, altro tiratore micidiale, 13.7 punti col 57% da due, 39% da tre e 91% ai liberi.
A chiudere i 7 cosiddetti titolari Nazareno Italiano ala grande ex Empoli classe 91, anche per lui esperienze nella categoria superiore, quest´anno 20´ in campo e 8.5 punti di media col 59% da due e il 40% da tre.
In panca gli junor Speronello 12´ di media per lui e i quasi inutilizzati Mazzocchi e Ponzi.
Per finire di spaventarci, i dati di squadra, 3° miglior attacco e 3° nel rendimento, con 73.1 punti e 71.6, 4° difesa con 68.9 punti subiti, miglior squadra nel tiro da due e ai liberi col 53% e 79%.
Sarà moto dura !!!
Ma dobbiamo provarci, per batterli occorrerà dare più del massimo, tutti dovranno cantare e portare la croce, occorrerà difendere a morte su questa band dal canestro facile, dovremmo nasconderglielo quel canestro impedirgli di vederlo, alzare le nostre difese, siamo ancora la miglior difesa del girone, non possiamo competere sul loro livello confrontandoci al tiro , le cifre parlano chiaro.
Dovremo anche cantare in attacco però, perché solo se saremo sufficientemente intonati, solo e se lo faremo in coro, da squadra, riusciremo nell´impresa, si perché oltre difendere occorrerà anche segnare , ci vorrà il miglior Modica, quello di Empoli, Torino e Cento, il Magnani cecchino ritrovato di Cento, lo Iardella incontenibile di inizio stagione, un Biancani capace di gestire le fasi importanti della partita e se serve, in certi momenti, anche con quel pizzico di lucida follia di partite come quella di Pavia, lo Iannilli di sempre e perché no, magari quello dominante dell´andata a Piacenza.
Dalla panca dovranno arrotare i denti e iperventilare i polmoni, per mordere gli avversari ai garretti, per non dargli un attimo di respiro e poi magari con Guerrieri trovare qualche tiro dei suoi, Cunico uscire dal compitino ed inventarsi qualcosa, Malvone strappare qualche rimbalzo in più e Bianchi correre in contropiede e depositare la palla canestro, dovremo riuscire prima di tutto a capire e ad attuare la sinfonia, che speriamo sia una marcia trionfale, che il direttore d´orchestra Padovano vuole.
Insomma solo se tutta la squadra darà il massimo sarà possibile battersi con una squadra forte ed in grande forma come Piacenza, i 20 punti di un singolo non serviranno se non accompagnati dall´aver annullato il proprio avversario diretto e dal contributo del resto della squadra.
Occorrerà anche il pubblico, quello dei giorni migliori, che sia, con un tifo incessante e corretto, il sesto uomo in campo, c´è bisogno di stringersi intorno alla squadra, quindi domenica tutti al palazzo a tifare FORZA PIOMBINO !!!


Fonte: Addetto Stampa Stefanini Stefano



Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio



Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio