30 Settembre 2020
News
percorso: Home > News > News Generiche

UN SUCCESSO DA RICORDARE

25-03-2014 16:52 - News Generiche
Scrivo questo articolo in un momento magico per il Basket Golfo Piombino, infatti domenica passata i gialloblù hanno fatto qualcosa da mettere nell´album dei ricordi, personali per i giocatori, di squadra per quello della società e in quello del cuore per i tifosi, insomma come si suol dire, qualcosa da raccontare ai nipotini quando saremo vecchi.
Domenica al Palatenda era di scena una nobile decaduta, una delle tante vittime della crisi che colpisce la nostra società, la Fortitudo Bologna ex scudettata, scomparsa dal panorama cestistico dopo le difficoltà economiche delle sue ultime gestioni e ripartita quest´anno dalla DNB, grazie ad una wild card concessa dalla Federazione per i meriti sportivi e per l´importanza della piazza cestistica.
Fortitudo ripartita con l´ovvia ambizione di riconquistare il palcoscenico che più gli si addice, ha costruito quello che si dice uno squadrone di categoria superiore e si è presentata a Piombino con la 2° posizione in classifica e ben 14 punti in più di un Piombino che, dopo la sconfitta al secondo supplementare con Mortara, navigava a soli due punti dalla zona retrocessione.
Piombino che arriva allo storico incontro con due giocatori importantissimi del quintetto, Biancani e Iannilli, reduci da problemi fisici e quindi non al meglio, anche nel Bologna manca un giocatore, il bravo Pederzini, ma i felsinei sono squadra che ha 10 potenziali titolari, infatti il suo cambio, Landi classe 94 di 203 cm, sarà il migliore dei suoi con 19 punti.
Insomma partita dal pronostico chiuso, con le aquile bolognesi nettamente favorite, ma nello sport i miracoli accadono e Piombino vince l´incontro 73 a 67, un miracolo si, ma fatto di cuore , di sudore, di preparazione meticolosa della partita da parte del coach e della squadra e un miracolo a cui ha dato anche il suo contributo un contorno di pubblico da grande evento, il Palatenda era al quasi tutto esaurito, un centinaio di rappresentanti della famosa "Fossa dei Leoni", tifoseria storica della Fortitudo, ad applaudire e sostenere incessantemente i propri beniamini e dall´altra parte una tifoseria piombinese, ovvimanete numericamente molto superiore, che per l´occasione ha organizzato speciali coreografie, fra queste uno striscione gialloblù di 90 metri quadrati che, ai tifosi con i capelli un po´ più imbiancati, ha fatto tornare in mente gli anni della cavalcata dalle serie regionali alla B1 e quel Mario Falci con la sua gradinata ricoperta di gialloblù, fortino quasi inespugnabile da qualunque avversaria.
Pubblico che ha sostenuto e spinto la squadra nell´impresa, un successo meritato sul campo e un successo che ripaga il gran lavoro della squadra con il coach Padovano e almeno in parte una stagione sfortunata.
Coach Padovano ci teneva molto, battere la sua ex tanto amata e dare una soddisfazione ad una dirigenza che , parole sue, dimostra molto impegno e serietà, qualità che il coach riteneva di non aver ancora ripagato a sufficienza con i risultati, il suo abbraccio con il Presidente Lolini, suggellato dal tripudio della squadra sotto gli spalti in delirio, è l´immagine simbolo di questa impresa.
Una stagione non fortunata, per una squadra che meritava certamente una classifica migliore, partendo dagli infortuni importanti di Franceschini, stagione in pratica finita dopo una sola partita e Magnani a lungo assente, passando ai vari acciacchi che hanno fermato a turno Modica, Iannilli, Cunico, Caronna, per poi arrivare a ricordare le sei sconfitte maturate nei secondi finali di incontri, nella maggior parte dei quali, Piombino aveva condotto praticamente sempre e con vantaggi anche importanti, partite decise da imprecisioni, o precisioni di millimetri sui tiri decisivi.
Stagione sfortunata, ma ancora aperta, mancano tre partite della fase regolare e le quattro della fase ad orologio, Piombino 9° a quota 20 in classifica ha , grazie al successo con la Fortitudo, allontanato la zona retrocessione, occupata ora in coabitazione da Alessandria e Torino a quota 16 e riavvicinato il massimo obiettivo stagionale, i play/off, il cui ultimo posto disponibile, l´ottavo, è occupato da Pavia ed Empoli a pari merito a quota 22 e quindi due punti sopra Piombino.
Tutto è ancora possibile nel bene e nel male, per una squadra che pian piano dopo l´arrivo di Padovano ha trovato una sua precisa identità, contraddistinta da una grande intensità ed organizzazione difensiva , non a caso siamo la seconda miglior difesa del girone, e da un grande miglioramento, grazie ai nuovi giochi in attacco portati dal coach, nella quantità e nella qualità delle soluzioni offensive.
Domenica si va a Tortona contro la prima in classifica, consci che non abbiamo nulla da perdere e molto da guadagnare e forti del fatto che abbiamo dimostrato che possiamo battere chiunque, nella partita successiva, in quello che potrebbe essere uno scontro importantissimo per i play/off, affrontiamo in casa l´Empoli e in quella finale della fase regolare, il 16 aprile, la trasferta in casa del Cus Torino, partita questa che potrebbe darci la sicurezza di non retrocedere, poi la sosta di Pasqua e il via alla fase ad orologio, quattro partite in cui si incontrano fuori casa le due squadre che ci precedevano in classifica alla fine della fase regolare ed in casa le due arrivate dietro di noi.
E dopo ..... i tifosi, la squadra, il coach e la dirigenza sperano che non sia finita lì .


Fonte: Addetto Stampa Stefanini Stefano



Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio



Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio