Piombino vince senza brillare con Castelfiorentino 58 a 51

04-11-2013 14:51 -

Si parte con Piombino che schiera il quintetto base, eccezion fatta per l´infortunato Magnani, al posto del quale viene schierato Guerrieri, quindi Biancani in regia, guardie Iardella e Guerrieri e sotto i tabelloni Modica e Iannilli, il Castelfiorentino da fiducia a Dolic in quintetto, affiancandolo a Bertolini sotto le plance, Venucci in regia insieme a Tommei con il giovane giovane Papi nel ruolo esterno.
Primo quarto con molti errori e punteggio basso, come del resto sarà quasi tutto il match, si viaggia comunque in equilibrio, massimo vantaggio per i fiorentini più 3 sul 5 a 2, con Tommei a segno sia da tre che da due,un Tommei che segnerà 7 punti in questo quarto, per il Piombino invece più 4 sul 9 a 5 e sull´ 11 a 7, Guerrieri si guadagna la pagnotta con 5 punti e 1 su 3 al tiro pesante, giocando solo metà tempo, sostituito da Bianchi che nonostante la solita grande intesità, non da lo stesso apporto offensivo con 0 su 3 al tiro, Biancani nell´insolita veste di rimbalzista, ne prende 4 in difesa e con i 3 di Modica compensano uno Iannilli non brillantissimo, per lui un solo rimbalzo e 2 punti frutto di un bell´uno contro uno vincente nei confronto di Bertolini, presenza comunque quella del pivot romano che incute timore e causa grandi difficoltà ai castellani da sotto, infatti si registra per loro un pessimo 3 su 13 da due, Iardella parte con un bel recupero e canestro in contropiede, ma resterà l´unica cosa bella della brava guardia livornese per gran parte dell´incontro, per il Piombino pesa l´assenza del bombardiere Magnani, lo si vede da un disastroso 1 su 9 nel tiro da tre, si va comunque all´intervallo breve sul 14 pari.
Il secondo quarto vede Piombino con Caronna subentrato nel finale per far rifiatare Iannilli ( ricordiamo reduce da influenza), Cunico play , Biancani guardia affiancato da Bianchi e Modica a sostenere il giovane pivot siciliano, castello con Tommei ,Montagnani i giovanissimi Belli e Mastroianni e il pivot Crotta. Per il Piombino un secondo quarto fra i peggiori che si possono ricordare, solo 9 punti segnati, con percentuali al tiro pessime 30% da due (3 su 10) e20% nelle bombe (1 su 5), con il solo Bianchi che con 5 punti e 2 su 2 al tiro si salva nel tabellino, fortunatamente una buona difesa e la giornata non buona dei fiorentini limitano il danno, intanto Iannilli inizia a dominare sotto le plance con 5 rimbalzi. Dopo un bel canestro in entrata di Biancani, unico vantaggio dei locali nel secondo quarto, la truppa di Angelucci inizia ad accumulare un buon vantaggio, una palla persa da Malvone appena subentrato a Modica e il suo successivo fallo con canestro subito, allargano il divario a più 5, margine che raggiungerà poi il più 7 nel finale di tempo, brilla un redivivo Montagnani con 7 punti, macchiati solo da due bombe, sua specialità, sbagliate, ma anche per Castelfiorentino giornata al tiro da dimenticare 2 su 7 da due e 1 su 7 dai 6 metri e 20 in questo parziale, i locali nonostante vari cambi e due time out vanno alla pausa lunga sotto nel punteggio, ma con Iannilli che accorcia e da sotto firma il 23 a 28.
Si riparte con gli starting five , ad eccezione di Crotta per Dolic fra i castellani, la musica non cambia, gioco brutto e molti errori da entrambe le parti,da segnalare solo il buon avvio di Piombino che con due tiri a segno nei primissimi minuti, Guerrieri da tre e Modica, chiude il gap che si era creato nel secondo quarto, per gli ospiti risponde il solito Tommei , che chiuderà come miglior realizzatore ospite con 14 punti, che a metà tempo con una bomba riporta i suoi a più 4, la coppia IA-IA, Iardella e Iannilli stenta e nel grigiore generale con medie al tiro pessime da entrambe le parti, si arriva in equilibrio al 35 a 36 di fine tempo, con un parziale di 12 a 8 per Piombino, i 71 punti totali fino a questo punto, giustificano ampiamente il malumore dei tifosi, punteggio da mini basket.
Si arriva al quarto finale domandandosi chi sarà il meno peggio, ma in questa ultima frazione, al di là dell´emotività che può causare il sopraggiungere del verdetto finale, si vedono le cose migliori, Biancani uomo dei momenti difficili prende in pugno la gara piazzando subito una bomba in avvio , Iardella si sveglia dal letargo e con un parziale di 8 a 0 tutto suo, piazza il breack decisivo, massimo vantaggio Piombino 48 a 41 a 3´ e 37´´ dal termine, Iannilli con un canestro da due e uno splendido assist per il 10° punto nell´ultima frazione di Iardella, allontanano il primo tentativo di rimonta castellano con Montagnani da tre e Bertolini, 52 a 47 a 1´ e 50´´ dal fischio finale, ancora Bertolini con canestro e libero aggiuntivo riporta il team di Angelucci di nuovo a meno 4 a 1´ e 10´´ dalla sirena, Iannilli conquista un rimbalzo in attacco e segna da sotto e Biancani mette la parola fine alla partita, con un canestro da due quasi dai 6 metri e 20, 58 a 50, un ultimo libero di Tommei, scomparso in questo ultimo quarto, fissa il risultato finale sul 58 a 51 per Piombino, il Basket Golfo, in questo ultimo quarto, torna a confermarsi come una delle migliori squadre nel tiro da due con un 78% (7 su 9) e migliora la deficitaria prestazione ai liberi con un 6 su 6, per castello in questo finale da segnalare il giovane Mastroianni con 5 punti e 4 rimbalzi e Bertolini con un 3 su 3 al tiro, unici ad opporsi al rush finale dei gialloblù.
Come detto partita brutta almeno per tre quarti, ma valutazione per Piombino tutto sommato positiva, due punti importantissimi,in concomitanza con un assenza importante come quella di Magnani, la squadra non assaporava la vittoria dal 6 di ottobre, match con il Cento, quindi dopo quasi un mese con due sconfitte e il derby sospeso con Cecina (si recupera il 13 novembre alle 21), va bene così. Analizzando l´andamento,una non brillante prestazione in attacco, dove comunque 4 giocatori sono andati in doppia cifra, percentuali molto basse al tiro dal campo 40% da due e 15% da tre, sono però controbilanciate con la prestazione di grande intensità della difesa, concessi a Castelfiorentino solo 50 punti, ad una squadra fra le migliori in fase di realizzazione, con una media di 71.5, praticamente annullato il bomber Venucci solo 5 punti contro i 17.5 punti di media segnati fino a ieri, la battaglia sotto le plance vinta, per i singoli il solito Iannilli che fa mugugnare un po´ il pubblico, perchè alle volte sembra peccare di troppa sufficenza , pesa e come pesa, per il solo fatto che ci sia mette in difficoltà il gioco dei lunghi avversari e poi si porta a casa 10 punti 13 rimbalzi e 18 in valutazione, Iardella , tolto lo 0 su 7 da tre, con un gran finale è determinante per la vittoria e con 13 punti è il miglior marcatore dei gialloblù, Modica con un triplo 10 nei punti , ai rimbalzi e in valutazione fa passare in secondo piano qualche errore grossolano commesso in partita, bene anche Biancani con 12 punti e dimostrando grande carattere nelle fasi cruciali . Bene infine anche Guerrieri con il difficile compito di sostituto di Magnani, va a referto con 8 punti (3 su 7 da due e 2 su 4 nelle bombe). Insomma si può cominciare a pensare a Montecatini, senza esaltarsi , ma con la consapevolezza di poter emergere anche nei momenti non facili come quelli vissuti ieri, e allora testa sulle spalle e come diceva de Gregori (in "leva calcistica del 68") "mettete il cuore dentro le scarpe e correte più veloci del vento" perché con i termali domenica prossima, truppa di ragazzini terribili, ci sarà da correre e molto.


Fonte: Addetto Stampa Stefanini Stefano